Martedì 25 Aprile 2017
   
Text Size

Città più verdi, naturali e vive grazie al bitume

tettoverdeLa città, allargandosi, ha sempre inesorabilmente trasformato il verde in cemento. Una conseguenza finora inevitabile che proprio la possibilità di più sicure impermeabilizzazioni offerta oggi dalle membrane bitume polimero può cancellare, permettendo di ricostruire sul tetto dell'edificio proprio quel verde che l'edificio stesso altrimenti copre e cancella. Tetti e città possono oggi essere naturalmente verdi, come non lo sono mai state fino ad oggi, portando molti altri vantaggi sociali, ambientali ed economici.
Oggi si possono infatti realizzare in tutta sicurezza, anche sulle sommità degli edifici, prati di varie tipologie o anche giardini veri e propri completi di alberi. Infatti per i tetti, i cortili e le pareti di palazzi privati, garages, parcheggi, hotels, aziende e officine, capannoni, centri fieristici, cliniche, impianti sportivi, il verde cosiddetto pensile non ha solo un ruolo estetico e di miglioramento dell’inserimento paesaggistico dell’edificio ma può svolgere importanti funzioni di utilità diretta, anche con precise e quantificabili ricadute economiche. La prima di queste riguarda proprio la membrana, la cui funzione impermeabilizzante e vita utile sono notevolmente prolungate proprio dall'uso sotto uno strato di terra, che pone al riparo da stress termici, radiazioni UV, gelo e altri azioni chimico/fisiche dannose.

L'architettura "verde" sa da tempo che il terreno è un ottimo isolante naturale. Case ed edifici ricoperti di terra, prati o giardini sono più fresche d'estate e disperdono meno calore d'inverno, quindi offrono più benessere con minori consumi energetici ed emissioni.

tettoverde-inghilterraLo stesso vale anche a livello di microclima urbano perché, come ognuno sa per esperienza, un prato e il verde, riscaldandosi e raffreddandosi meno, sono naturalmente più temperati del cemento e riducono la temperatura delle "isole di calore" che sovrastano i grandi conglomerati urbani. Ma non solo, il verde assorbe e filtra grandi quantitativi di polveri e micropolveri urbane, riduce notevolmente il rumore urbano ed isola da quello stesso rumore gli edifici dotati di tetto verde.
Inoltre, in caso di forti precipitazioni una città totalmente cementificata deve istantaneamente smaltire l'intera acqua caduta sulla sua superficie, e spesso la sua rete fognaria è insufficiente, quando invece gli strati di terra e la vegetazione dei "tetti verdi" assorbono grandi quantità di acqua, riducendo così volume e potenziale pericolosità di quella che resta da smaltire. Il verde sui tetti può essere praticato e usato da cittadini e rappresentare un habitat per gli animali in libertà. Più verde a disposizione per noi, quindi, ma anche per i piccioni: decisamente più fastidiosi e meno igienici quando stanno sul davanzale di casa.

Insomma, la città potrebbe tornare a fare spazio al verde e produrre anche un po' ossigeno. E questa rivoluzione storica può essere oggi possibile proprio grazie al bitume.


Logo buonasfalto

SITEB Associazione Italiana Bitume Asfalto Strade
Via G. A. Guattani n. 24 - 00161 ROMA
C.F. 97008260586 - © 2011 buonasfalto.it

buonasfalto è un'ideaLogo Siteb

Area riservata