Domenica 25 Giugno 2017
   
Text Size

Tecnologia e collettività per risolvere il problema delle buche

Vi parliamo di due iniziative che, seppur diverse, coinvolgono i cittadini e sono finalizzate a risolvere il problema, piuttosto sentito, delle buche stradali.
La prima arriva dagli Stati Uniti dove il comune di Boston si sta adoperando per sviluppare un’applicazione che sia in grado di segnalare le buche. Street Bump, questo il suo nome, sfrutta l’accelerometro e il GPS degli smartphone rilevando automaticamente le buche quando l’utente ci passa sopra con l’auto; il sistema è poi in grado di inviare subito un rapporto alle istituzioni competenti. Al momento, poiché l’applicazione è oggetto di calibrazioni accurate che abbassino il margine di errore di segnalazioni di false buche, l’Amministrazione comunale ha invitato i cittadini a scattare foto alle buche incontrate lungo le strade e a segnalarle via internet.  Diverso il caso della Germania dove gli abitanti del paesino di Niederzimmern, hanno aderito ad una iniziativa piuttosto insolita: diventare sponsor delle buche per strada. 50 euro il costo di riparazione e allo sponsor è dedicata la targhetta metallica apposta su ogni buca riparata. Pare che al momento ci siano state 184 riparazioni per un incasso che si aggira intorno ai diecimila euro.


Logo buonasfalto

SITEB Associazione Italiana Bitume Asfalto Strade
Via G. A. Guattani n. 24 - 00161 ROMA
C.F. 97008260586 - © 2011 buonasfalto.it

buonasfalto è un'ideaLogo Siteb

Area riservata